Percorsi individuali

viaggio nella cura di sè,
trasformazione, realizzazione

Ci sono dei momenti della nostra vita in cui stiamo affrontando situazioni che richiedono una trasformazione, altre volte ne sentiamo il desiderio interiore, come un fuoco irresistibile che ci chiama. Questi momenti si possono alternare nelle nostre vite ed è segno di desiderio evolutivo. Seguire un percorso di crescita è come entrare in una cantina piena di ogni sorta di cose, alcune da buttare, mentre in qualche scatola insospettabile si possono trovare cose preziose come un gran libro o una vecchia foto. Vuol dire che affrontare il proprio buio non è solo incontrare il brutto, è anche prendere coscienza di ciò che si vuole tenere, ciò che si vuole trasformare e ciò che si desidera lasciare andare perchè ha fatto il suo tempo. Sia bene chiaro che non farò il tuo lavoro, come diceva Fritz Perls “Assumersi responsabilità per un altro, interferire con la sua vita e sentirsi onnipotenti sono la stessa cosa.” Il mio compito non è privarti del valore della ferita ma di sostenerti nel tragitto, ovvero di tenere la luce accesa nella cantina e fornirti gli strumenti per fare pulizia ed ordine ma il percorso è tuo, ogni decisione è tua. Il mio supporto è nell’aiutarti a sentire la parte più profonda ed autentica di te. Se questo tuo cammino richiederà altre figure professionali è giusto e sano che ci siano altri tipi di supporto, infatti anche lavorando su fronti differenti, questi s’incontrano nello spazio del benessere della persona. Ho rispetto per ogni figura professionale che svolge il suo lavoro con serietà e presenza di spirito. La varietà di competenza è una ricchezza per poter dare e ricevere esattamente ciò di cui abbiamo bisogno e che per ognuno è diverso.

Comprendere questo è parte del nostro accordo per lavorare insieme, mi piace che ogni cosa sia chiara per procedere nella trasparenza reciproca. Per maggiori informazioni visita anche le pagine informativa, legge 4/2013 e il mio curriculum e le testimonianze.

 

 

Cosa significa cura?

a. Interessamento solerte e premuroso per un oggetto, che impegna sia il nostro animo sia la nostra attività occuparsene attivamente, provvedere alle sue necessità, alla sua conservazione, b. Riguardo, attenzioneconservarecustodire con c.; aversi c., avere riguardi per sé stesso, e soprattutto per la propria salute, c. Impegno, zelo, diligenza”. (Enciclopedia Treccani, punto 1)

Ecco che la cura non è solo “un complesso dei mezzi terapeutici e delle prescrizioni mediche che hanno il fine di guarire una malattia o un uso continuato di un rimedio” (Enciclopedia Treccani, punto 2) che appunto riguarda le figure sanitarie ma è, prima di tutto una forma di attenzione, premura ed impegno verso noi stessi. Avere cura di sè significa prevenire malattie e migliorare la qualità della vita.

Nei percorsi individuali non sarò io a curarti ma tu a ritrovare la connessione interiore e gli strumenti per poterlo fare, il mio lavoro è quello di aiutarti  a trovare una nuova visione di te e di ciò che ti circonda (situazione, persone, relazione, lavoro, ambiente), di darti strumenti adeguati alla tua struttura somato-emozionale, di portare materia e spirito in cooperazione attiva.

 

 

Cosa significa lavorare sul piano spirituale?

Abituati alla conoscenza dei fenomeni della materia attraverso lo studio ad approccio scientifico, può capitare di perdere contatto con altri piani altrettanto importanti. E’ bene ricordare il valore della scienza, dello studio e del pensiero logico, sarebbe folle buttare alle ortiche tanti progressi utili, d’altra parte lo stesso strumento non può essere usato per tutto. Il processo scientifico non si addice al mondo immateriale dello spirito, ci sono altre strade, una di queste è l’approccio al sentire. Percepire l’energia, l’emozione, le sensazione e la propria anima non è scontato, soprattuto perchè il nostro percepito è veicolato dall’educazione che a volte non si occupa di questi aspetti, quindi c’è da imparare a sentirsi e distinguere, nella massa di percezione, il sentire autentico. Questo passo permette di avvicinarci ai mondi sottili, tra cui quello dello spirito di cui la nostra anima è parte. L’anima è lo spirito in forma d’identità di una persona. Sentire in modo pulito ed autentico è la base di una vita realizzata.

 

 

“Riconoscere le nostre emozioni senza giudicarle o respingerle,
abbracciandole con consapevolezza, è un atto di ritorno a casa.”.
Maestro Thich Nhat Hanh

Quando è utile

  • conoscere te stesso, il progetto dell’anima, le corazze
  • riconoscere ed attivare i tuoi talenti
  • apprendere strumenti adeguati alla tua struttura somato-emozionale
  • comunicare con efficacia, vivere pacificamente, migliorare le relazioni
  • gestire le fasi di trasformazione ed evoluzione
  • apprendere pratiche quotidiane semplici e specifiche per te
  • comprendere e leggere gli ostacoli della vita in chiave evolutiva

Come si svolge il percorso

Iniziamo osservando il tuo focus, ovvero dove ti trovi e dove vuoi andare. Sceglieremo insieme come strutturare il percorso in base alla tua necessità e la frequenza degli incontri.

Solitamente prediligo un insieme sinergico di pratiche rispetto alla singola disciplina, traendo vantaggio dalla complementarietà. Sarà mia cura spiegarti le tappe e le modalità più in linea con le tue necessità.

Gli incontri si svolgono in forma consulenziale in studio o in via telematica (Skype o Zoom) o in forma di trattamento,  la seconda solo in studio perchè avviene attraverso il contatto fisico energetico.

Quali percorsi scegliere?

Per sapere di più sulle modalità di percorso, ecco di seguito delle pagine di approfondimento, premettendo che tutti i percorsi possono essere usati come strumento nelle sessioni a tua scelta. Puoi scegliere una delle attività proposte o contattarmi per capire quale pratica si adatta meglio alla tua esigenza.

per l’evoluzione personale e spirituale

Leggi tutto >>

per la persona e la casa

Leggi tutto >>

coscienza divina del presente

Leggi tutto >>

Informazioni e prenotazioni